IRC Messina

Ufficio Insegnamento Religione Cattolica – Messina

Category: Senza categoria (Page 1 of 2)

SETTIMANA LITURGICA NAZIONALE

Home – 70° Settimana Liturgica Nazionale Messina

Corso di aggiornamento per I.d.R. 2018/2019

Seconda Tappa

A cura della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base

“San Luca Archimandrita”

Sabato, 4 maggio 2019 – ore 16.30

Aula Magna del Rettorato – UNIME

Turismo Promozione Identità

 

 

Manifestazione didattico religiosa pre-pasquale

Corso di aggiornamento 2018/2019

Corso di aggiornamento per Docenti di Religione Cattolica

«Didattica ‘delle competenze’ nell’IRC:

aspetti valutativi e comunicativi»

Mercoledì 27 marzo 2019 – ore 09:00 – Seminario Arcivescovile Messina

Obiettivi generali:

  • Approfondire le competenze necessarie al docente di IRC per progettare e realizzare percorsi formativi orientati allo sviluppo di competenze, con particolare attenzione alla dimensione della valutazione;
  • Elaborare nuovi modi di organizzare la disciplina dell’IRC al fine di motivare gli allievi verso un apprendimento significativo, curando la sfera cognitiva, affettiva e corporea;
  • Confrontare la propria esperienza di insegnamento con metodologie didattiche innovative;
  • Comprendere che non si può non comunicare;
  • Riflettere sui nuovi linguaggi proposti dal contesto culturale odierno e confrontarli con il linguaggio dell’IRC;
  • Conoscere e applicare modelli di comunicazione efficace nell’IRC;
  • Acquisire strategie comunicative adeguate al processo educativo;
  • Educare all’assertività;
  • Sapere decodificare i feedback nei vari contesti;
  • Valorizzare il patrimonio artistico e religioso, come occasione di crescita culturale.

Contenuti:

  1. Didattica ‘delle competenze’ nell’IRC:
  • Professionalità docente e competenze didattiche e relazionali;
  • Implicazioni didattiche del concetto di competenza;
  • Gli elementi fondamentali della comunicazione;
  • La comunicazione efficace nella prassi didattica;
  • Le attività didattiche che favoriscono la comunicazione tra pari.
  1. Il viaggio come autenticità religiosa:
  • Il senso del viaggio come esperienza di rinnovata ricerca di autenticità;
  • Il viaggio come occasione di recupero del patrimonio culturale e religioso.

BROCHURE – CORSO

 

34 GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU’

SIMPOSIO DI ARTE, CULTURA E FORMAZIONE

Rilettura della preghiera alla Vergine di Dante nel mosaico della Theotokos del Duomo di Messina

Mercoledì 5 dicembre, alle ore 9.30, all’interno della suggestiva cornice del Duomo di Messina, l’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica ha organizzato un Simposio di arte, cultura e formazione nell’ambito del quale è stata illustrata la rilettura della preghiera alla Vergine di Dante all’interno del mosaico raffigurante la Vergine Theotokos effigiata nellabside sinistra della Basilica Cattedrale.

La manifestazione – coordinata dal Prof. Giorgio Infantino quale Delegato per la Pastorale Scolastica e dall’Équipe formativa – è motivata da ragioni meramente istruttive: offrire ai discenti un’esperienza formativa con l’obiettivo di accrescere l’interesse verso il linguaggio letterario, artistico/iconografico e musicale. Un laboratorio didattico con l’intento di evidenziare come l’immagine della Vergine, tratteggiata dal genio dantesco, trovi corrispondenza nella simbologia racchiusa nella suddetta icona.

Relatori dell’evento i seguenti docenti: il Prof. Giovanni Maisano, Docente di Lettere dell’I.I.S. “G. Minutoli”, che ha illustrato e argomentato la preghiera alla Vergine, del XXXIII Canto del Paradiso e il Prof. Giuseppe Triglia, Docente di Filosofia e Scienze Umane del Liceo “E. Ainis”, che ha presentato la lettura/decodifica dell’immagine iconografica, richiamando i caratteri peculiari della preghiera dantesca. È intervenuto, altresì, il Prof. Giorgio Infantino che ha accolto i partecipanti e introdotto il tema.

Ad animare l’incontro sono stati gli allievi dell’orchestra Liceo “E. Ainis” – diretti dal Prof. Nazzareno De Benedetto, Docente di Teoria Analisi e Composizione – che hanno introdotto ed eseguito alcuni brani strumentali.

Protagonisti dell’evento sono stati gli alunni e i docenti dell’I.I.S. “VeronaTrento-Majorana”, dell’I.I.S. “G. Minutoli”, del Liceo “E. Ainis”, dell’I.I.S. “La Farina-Basile” e del Liceo “Seguenza”, che hanno seguito con interesse quanto esposto dai relatori e gradito l’intervento musicale da parte degli alunni dell’Ainis.

L’iniziativa è risultata molto proficua per i discenti per la loro crescita umana e culturale. Ha voluto offrire, inoltre, un’occasione peculiare con la finalità di far maturare negli alunni una particolare sensibilità/attenzione verso il patrimonio artistico e culturale custodito nella nostra città.

A V V I S O

Si invitano i Docenti di Scuola Sec. di primo e secondo grado
di far pervenire – entro la prima decade di dicembre – la griglia relativa il
questionario che l’Ufficio ha preparato in occasione del Sinodo dei Giovani.
I dati possono essere trasmessi nel formato cartaceo all’Ufficio Scuola,
oppure alla seguente mail: pastoralescolastica@diocesimessina.it
I risultati dell’indagine saranno comunicati in sede plenaria nel
prossimo Corso di aggiornamento.

QUESTIONARIO_SINODO_GIOVANI

tabella2questionario_SINODO_GIOVANI

SINODO DEI GIOVANI

Manifestazione

Inaugurazione di inizio anno scolastico 2018/2019

«Giovani in cammino…giovani in festa»

Centinaia di studenti provenienti da diverse scuole messinesi – venerdì 26 ottobre – hanno affollato la Piazza del Duomo di Messina per partecipare alla manifestazione culturale e formativa di apertura del nuovo Anno Scolastico, giunta ormai alla 4a edizione. L’evento – promosso dall’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica – si è contestualizzato quest’anno nell’ambito di una circostanza assai singolare che la Chiesa sta celebrando: il Sinodo dei giovani voluto da Papa Francesco, già in corso dal 3 al 28 ottobre.

«Riconoscere, interpretare, scegliere». Sono tre verbi pregnanti, tre nuclei tematici da cui si snoda l’Instrumentum laboris del Sinodo sui giovani. Il tema centrale – declinato nei termini Fede, Discernimento e Vocazione – mira a orientare i giovani nel loro cammino esistenziale perché avviino un serio processo di maturazione che li porti a scoprire il loro progetto di vita e a realizzarlo con forza e determinazione, anche con la mediazione degli altri.

All’interno di questa cornice contenutistica occorre aggiungere il termine accompagnare. Una delle finalità peculiari della Scuola è, difatti, l’accompagnamento di ciascun alunno perché porti a frutto i suoi talenti e sviluppi al meglio tutte le dimensioni della persona. Un termine che implica, da parte di chi educa, presenza, accoglienza, disponibilità e ascolto. L’educatore deve rappresentare, nell’universo giovanile, una figura chiara, autorevole e ben definita.

Per incontrare il mondo dei giovani occorre uscire dai propri stereotipi per dialogare assertivamente con il loro mondo; questo richiede disponibilità a stare-con-loro. È necessario altresì accorgersi e vedere il loro bisogno profondo, stimolando in loro il desiderio di immettersi dentro un cammino, una strada certa e valevole che dia senso alla loro vita.

La mattinata, ricca di riflessione, confronto e ascolto, vissuta in un clima di vitalità e con il consueto stile della festa, ha avuto la sua peculiarità nell’ambito di un laboratorio creativo, un think lab, con una metodologia ben definita: rendere criticamente pensanti tutti i partecipanti. L’esperienza dell’educare, infatti, che la scuola persegue quotidianamente, richiama anche l’dea del viaggio come luogo della ricerca, delle domande: un cammino pedagogico da implementare insieme-con-gli-altri, nonostante ciascuno abbia i propri tempi di marcia.

L’iniziativa – coordinata dal Prof. Giorgio Infantino quale Delegato per la Pastorale Scolastica – che ha visto presente anche l’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla e il Direttore Mons. Michele Giacoppo, ha avuto lo scopo di aiutare e orientare i nostri alunni a sperimentare l’opportunità Sinodo che la Chiesa celebra: una Chiesa in cammino che si interroga per essere profetica, credibile e vicina ai bisogni dei giovani, di tutti i giovani del nostro territorio.

L’evento, oltre che nella città di Messina, ha avuto una significativa articolazione – grazie alla fattiva collaborazione dei referenti zonali e dei docenti di religione operanti nel territorio – anche in diverse aree dell’Arcidiocesi: nell’area ionica presso la Cavea a Furci Verde di Furci Siculo; nell’area tirrenica a Barcellona P.G. nella Basilica di S. Sebastiano e a Milazzo nella Parrocchia del S. Cuore; nelle Isole Eolie l’evento si è svolto nella Chiesa dell’Immacolata di Malfa, nell’isola di Salina.

Il tema del Sinodo ha certamente fornito ai partecipanti contenuti educativi considerevoli: un’occasione peculiare, che ha visto protagonisti studenti e docenti in una riflessione pedagogica tesa a favorire un’esperienza valoriale significativa a beneficio del mondo della scuola.

Giorgio Infantino

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

 

Giornata della “comunicazione educativa”

La giornata della “comunicazione educativa– organizzata e promossa annualmente dall’I.I.S. “Verona Trento – Majorana” anche con il contributo del “Caffè Letterario Verona Trento” – quest’anno si svolgerà all’interno di un Simposio di arte, cultura e formazione, nell’ambito del quale verrà presentato il saggio del Prof. Giorgio Infantino «La narrazione come forma di comunicazione», pubblicato nella rivistaComplessità” del Centro Studi di Filosofia della Complessità “Edgar Morin”, del Dipartimento di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con l’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica della Curia Arcivescovile di Messina e patrocinata dal Coordinamento Regionale per l’IRC della Conferenza Episcopale Siciliana.

All’evento – che avrà luogo giovedì 24 maggio p.v. alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del medesimo Istituto – interverranno il Prof. Marco Centorrino, Delegato del Rettore per la Comunicazione dell’Ateneo messinese; la Prof.ssa Daniela Irrera, docente di Lettere, che presenterà «Un paradigma di narrazione: “I Promessi Sposi”»; la Prof.ssa Liliana Barreca, studiosa di Storia dell’Arte, che illustrerà il tema «Narrare emozioni: “Notte stellata” di Vincent van Gogh». Andrea Denaro modererà l’incontro e leggerà una delle sue poesie.

Il tema della narrazione, che rappresenta una modalità fondamentale del pensiero umano di interpretare la realtà, oltre ad essere un dispositivo interpretativo e conoscitivo nel processo didattico, conferisce senso e significato all’esperire quotidiano di ciascun alunno, rappresenta altresì nella prassi educativa uno strumento indispensabile per creare l’dentità della persona. Narrare, sapere ascoltare delle storie e saperle raccontare, costituisce la modalità attraverso cui si instaurano le relazioni umane. Narrando, i discenti, hanno la possibilità di organizzare e dare forma alle loro conoscenze ed esperienze.

L’iniziativa che il “Verona Trento-Majorana” propone ogni anno vuole essere espressione dell’AGORA’. Il tema del Simposio, declinato in molteplici aspetti, quali quello pedagogico, letterario, artistico e musicale, ha lo scopo di fornire ai partecipanti contenuti educativi considerevoli: un’occasione peculiare, che vedrà protagonisti studenti e docenti in una riflessione pedagogica tesa a favorire un’esperienza valoriale significativa a beneficio della scuola.

Page 1 of 2

IRC Messina 2018 - © Tutti i diritti riservati.
Thanks to Wordpress and Lovecraft.