IRC Messina

Ufficio Insegnamento Religione Cattolica – Messina

Author: Giorgio Infantino (Page 1 of 4)

SETTIMANA LITURGICA NAZIONALE

Home – 70° Settimana Liturgica Nazionale Messina

Corso di aggiornamento per I.d.R. 2018/2019

Seconda Tappa

A cura della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base

“San Luca Archimandrita”

Sabato, 4 maggio 2019 – ore 16.30

Aula Magna del Rettorato – UNIME

Turismo Promozione Identità

 

 

Manifestazione didattico religiosa pre-pasquale

Corso di aggiornamento 2018/2019

Corso di aggiornamento per Docenti di Religione Cattolica

«Didattica ‘delle competenze’ nell’IRC:

aspetti valutativi e comunicativi»

Mercoledì 27 marzo 2019 – ore 09:00 – Seminario Arcivescovile Messina

Obiettivi generali:

  • Approfondire le competenze necessarie al docente di IRC per progettare e realizzare percorsi formativi orientati allo sviluppo di competenze, con particolare attenzione alla dimensione della valutazione;
  • Elaborare nuovi modi di organizzare la disciplina dell’IRC al fine di motivare gli allievi verso un apprendimento significativo, curando la sfera cognitiva, affettiva e corporea;
  • Confrontare la propria esperienza di insegnamento con metodologie didattiche innovative;
  • Comprendere che non si può non comunicare;
  • Riflettere sui nuovi linguaggi proposti dal contesto culturale odierno e confrontarli con il linguaggio dell’IRC;
  • Conoscere e applicare modelli di comunicazione efficace nell’IRC;
  • Acquisire strategie comunicative adeguate al processo educativo;
  • Educare all’assertività;
  • Sapere decodificare i feedback nei vari contesti;
  • Valorizzare il patrimonio artistico e religioso, come occasione di crescita culturale.

Contenuti:

  1. Didattica ‘delle competenze’ nell’IRC:
  • Professionalità docente e competenze didattiche e relazionali;
  • Implicazioni didattiche del concetto di competenza;
  • Gli elementi fondamentali della comunicazione;
  • La comunicazione efficace nella prassi didattica;
  • Le attività didattiche che favoriscono la comunicazione tra pari.
  1. Il viaggio come autenticità religiosa:
  • Il senso del viaggio come esperienza di rinnovata ricerca di autenticità;
  • Il viaggio come occasione di recupero del patrimonio culturale e religioso.

BROCHURE – CORSO

 

34 GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU’

SIMPOSIO DI ARTE, CULTURA E FORMAZIONE

Rilettura della preghiera alla Vergine di Dante nel mosaico della Theotokos del Duomo di Messina

Mercoledì 5 dicembre, alle ore 9.30, all’interno della suggestiva cornice del Duomo di Messina, l’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica ha organizzato un Simposio di arte, cultura e formazione nell’ambito del quale è stata illustrata la rilettura della preghiera alla Vergine di Dante all’interno del mosaico raffigurante la Vergine Theotokos effigiata nellabside sinistra della Basilica Cattedrale.

La manifestazione – coordinata dal Prof. Giorgio Infantino quale Delegato per la Pastorale Scolastica e dall’Équipe formativa – è motivata da ragioni meramente istruttive: offrire ai discenti un’esperienza formativa con l’obiettivo di accrescere l’interesse verso il linguaggio letterario, artistico/iconografico e musicale. Un laboratorio didattico con l’intento di evidenziare come l’immagine della Vergine, tratteggiata dal genio dantesco, trovi corrispondenza nella simbologia racchiusa nella suddetta icona.

Relatori dell’evento i seguenti docenti: il Prof. Giovanni Maisano, Docente di Lettere dell’I.I.S. “G. Minutoli”, che ha illustrato e argomentato la preghiera alla Vergine, del XXXIII Canto del Paradiso e il Prof. Giuseppe Triglia, Docente di Filosofia e Scienze Umane del Liceo “E. Ainis”, che ha presentato la lettura/decodifica dell’immagine iconografica, richiamando i caratteri peculiari della preghiera dantesca. È intervenuto, altresì, il Prof. Giorgio Infantino che ha accolto i partecipanti e introdotto il tema.

Ad animare l’incontro sono stati gli allievi dell’orchestra Liceo “E. Ainis” – diretti dal Prof. Nazzareno De Benedetto, Docente di Teoria Analisi e Composizione – che hanno introdotto ed eseguito alcuni brani strumentali.

Protagonisti dell’evento sono stati gli alunni e i docenti dell’I.I.S. “VeronaTrento-Majorana”, dell’I.I.S. “G. Minutoli”, del Liceo “E. Ainis”, dell’I.I.S. “La Farina-Basile” e del Liceo “Seguenza”, che hanno seguito con interesse quanto esposto dai relatori e gradito l’intervento musicale da parte degli alunni dell’Ainis.

L’iniziativa è risultata molto proficua per i discenti per la loro crescita umana e culturale. Ha voluto offrire, inoltre, un’occasione peculiare con la finalità di far maturare negli alunni una particolare sensibilità/attenzione verso il patrimonio artistico e culturale custodito nella nostra città.

A V V I S O

Si invitano i Docenti di Scuola Sec. di primo e secondo grado
di far pervenire – entro la prima decade di dicembre – la griglia relativa il
questionario che l’Ufficio ha preparato in occasione del Sinodo dei Giovani.
I dati possono essere trasmessi nel formato cartaceo all’Ufficio Scuola,
oppure alla seguente mail: pastoralescolastica@diocesimessina.it
I risultati dell’indagine saranno comunicati in sede plenaria nel
prossimo Corso di aggiornamento.

QUESTIONARIO_SINODO_GIOVANI

tabella2questionario_SINODO_GIOVANI

SINODO DEI GIOVANI

Manifestazione

Inaugurazione di inizio anno scolastico 2018/2019

«Giovani in cammino…giovani in festa»

Centinaia di studenti provenienti da diverse scuole messinesi – venerdì 26 ottobre – hanno affollato la Piazza del Duomo di Messina per partecipare alla manifestazione culturale e formativa di apertura del nuovo Anno Scolastico, giunta ormai alla 4a edizione. L’evento – promosso dall’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica – si è contestualizzato quest’anno nell’ambito di una circostanza assai singolare che la Chiesa sta celebrando: il Sinodo dei giovani voluto da Papa Francesco, già in corso dal 3 al 28 ottobre.

«Riconoscere, interpretare, scegliere». Sono tre verbi pregnanti, tre nuclei tematici da cui si snoda l’Instrumentum laboris del Sinodo sui giovani. Il tema centrale – declinato nei termini Fede, Discernimento e Vocazione – mira a orientare i giovani nel loro cammino esistenziale perché avviino un serio processo di maturazione che li porti a scoprire il loro progetto di vita e a realizzarlo con forza e determinazione, anche con la mediazione degli altri.

All’interno di questa cornice contenutistica occorre aggiungere il termine accompagnare. Una delle finalità peculiari della Scuola è, difatti, l’accompagnamento di ciascun alunno perché porti a frutto i suoi talenti e sviluppi al meglio tutte le dimensioni della persona. Un termine che implica, da parte di chi educa, presenza, accoglienza, disponibilità e ascolto. L’educatore deve rappresentare, nell’universo giovanile, una figura chiara, autorevole e ben definita.

Per incontrare il mondo dei giovani occorre uscire dai propri stereotipi per dialogare assertivamente con il loro mondo; questo richiede disponibilità a stare-con-loro. È necessario altresì accorgersi e vedere il loro bisogno profondo, stimolando in loro il desiderio di immettersi dentro un cammino, una strada certa e valevole che dia senso alla loro vita.

La mattinata, ricca di riflessione, confronto e ascolto, vissuta in un clima di vitalità e con il consueto stile della festa, ha avuto la sua peculiarità nell’ambito di un laboratorio creativo, un think lab, con una metodologia ben definita: rendere criticamente pensanti tutti i partecipanti. L’esperienza dell’educare, infatti, che la scuola persegue quotidianamente, richiama anche l’dea del viaggio come luogo della ricerca, delle domande: un cammino pedagogico da implementare insieme-con-gli-altri, nonostante ciascuno abbia i propri tempi di marcia.

L’iniziativa – coordinata dal Prof. Giorgio Infantino quale Delegato per la Pastorale Scolastica – che ha visto presente anche l’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla e il Direttore Mons. Michele Giacoppo, ha avuto lo scopo di aiutare e orientare i nostri alunni a sperimentare l’opportunità Sinodo che la Chiesa celebra: una Chiesa in cammino che si interroga per essere profetica, credibile e vicina ai bisogni dei giovani, di tutti i giovani del nostro territorio.

L’evento, oltre che nella città di Messina, ha avuto una significativa articolazione – grazie alla fattiva collaborazione dei referenti zonali e dei docenti di religione operanti nel territorio – anche in diverse aree dell’Arcidiocesi: nell’area ionica presso la Cavea a Furci Verde di Furci Siculo; nell’area tirrenica a Barcellona P.G. nella Basilica di S. Sebastiano e a Milazzo nella Parrocchia del S. Cuore; nelle Isole Eolie l’evento si è svolto nella Chiesa dell’Immacolata di Malfa, nell’isola di Salina.

Il tema del Sinodo ha certamente fornito ai partecipanti contenuti educativi considerevoli: un’occasione peculiare, che ha visto protagonisti studenti e docenti in una riflessione pedagogica tesa a favorire un’esperienza valoriale significativa a beneficio del mondo della scuola.

Giorgio Infantino

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

 

Conclusione Corso di aggiornamento 2017/2018

Corso di aggiornamento per Docenti di Religione Cattolica

«L’IdR nella scuola “delle competenze”»

L’identità dell’insegnante di Religione e dell’IRC nella scuola d’oggi

Si è concluso il corso di aggiornamento e formazione dell’a.s. 2017/2018 per i docenti di Religione Cattolica in servizio nelle scuole di ogni ordine e grado statali e paritarie presenti nel territorio dell’Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela.

Il corso – organizzato dall’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica con la collaborazione della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base “S. Luca Archimandrita” – ha inteso offrire ai partecipanti una qualificata offerta formativa e in particolare un approfondimento su tematiche inerenti l’Insegnamento della Religione Cattolica nella scuola di oggi. L’accento è stato posto sulle caratteristiche identitarie della professionalità dell’insegnante di Religione come educatore in grado di coniugare emergenza educativa e prassi didattica.

La tematica del corso – fornendo conoscenze e strumenti concettuali volti a formare competenze nella progettualità educativa e didattica – ha avuto come finalità il raggiungimento di una più proficua ed efficace azione pedagogica dei docenti incrementandone la capacità nella progettazione di percorsi di IRC rilevanti per gli alunni e coerenti con i principi dell’istruzione e della formazione. In particolare si è rivolta attenzione ai seguenti aspetti: definire il quadro normativo che delimita e orienta l’IRC; richiamare il profilo professionale dell’IdR; approfondire le competenze necessarie al docente di IRC per progettare e realizzare percorsi formativi orientati allo sviluppo di competenze; elaborare nuovi modi di organizzare la disciplina dell’IRC al fine di motivare gli allievi verso un apprendimento significativo, curando la sfera cognitiva, affettiva, corporea; confrontare la propria esperienza di insegnamento con metodologie didattiche innovative; riflettere sui nuovi linguaggi proposti dal contesto culturale odierno e confrontarli con il linguaggio dell’ IRC; infine realizzare attraverso il confronto uno stile di lavoro laboratoriale.

L’esperienza formativa offerta dal corso di quest’anno, dunque, ha voluto chiaramente favorire nello specifico l’acquisizione di conoscenze e abilità utili ad agevolare un dialogo ed un confronto aperti e costruttivi per promuovere nella scuola progetti educativi attenti e rispettosi della formazione integrale dell’alunno.

Il corso, che è stato seguito da circa trecento docenti, è stato articolato in tre incontri: nel primo, che ha avuto luogo nell’intera giornata di sabato 28 ottobre, è stato sviluppato il tema del corso di quest’anno L’IdR nella scuola “delle competenze”, focalizzando l’attenzione su L’identità dell’insegnante di Religione e dell’IRC nella scuola di oggi; il tema è stato affrontato da angolature differenti sia dal prof. Nicola Incampo che dalla prof.ssa Barbara Condorelli. Nel secondo, svoltosi il 27 febbraio, è stato presentato il tema Commemorazione del pio transito di San Luca Archimandrita; sono intervenuti S.E. Mons. Giorgio Demetrio Gallaro, Eparca di Piana degli Albanesi, e don Roberto Romeo, direttore della FOTEBA. Nell’incontro di sabato 14 aprile si è svolta una lezione su La Teologia dell’icona nel Pantokrator absidale della Basilica Cattedrale di Messina ad opera dell’Archimandrita Rinaldo Iacopino e di don Roberto Romeo, direttore della FOTEBA.

prof. Giorgio Infantino

Page 1 of 4

IRC Messina 2018 - © Tutti i diritti riservati.
Thanks to Wordpress and Lovecraft.